Per la Cassazione è sufficiente il dolo generico per integrare il reato di atti persecutori (612bis c.p.)


Si riporta la massima: “Il delitto di atti persecutori è reato abituale di evento, per la cui sussistenza, sotto il profilo dell’elemento soggettivo, è sufficiente il dolo generico, il quale è integrato dalla volontà di porre in essere le condotte di minaccia e molestia nella consapevolezza della idoneità delle medesime alla produzione di uno degli eventi alternativamente previsti dalla norma incriminatrice.”

Cassazione Sez. V Penale Sent. n. 20993/2013

Fonte